news

Si è tenuto a Nola il 12 dicembre, presso l’Hotel dei Platani, il Consiglio Regionale della UIL Pensionati Campania.In mattinata si è aperto un tavolo di lavoro con i responsabili delle STU, nel pomeriggio invece si è tenuto il consiglio generale della UILP Campania.

Biagio CicconeSegretario Generale UIL Pensionati Campania

Ha presieduto il consiglio il segretario organizzativo Francesco Barra, sono intervenuti Biagio Ciccone segretario generale UILP Campania e Antonio Derinaldis, segretario nazionale UILP. È stato osservato un minuto di raccoglimento alla memoria di Salvatore Auletta, componente del consiglio regionale prematuramente scomparso.

2

Nel suo intervento il segretario generale Biagio Ciccone ha tra l’altro presentato il documento che il giorno 11 è stato approvato negli esecutivi nazionali unitari dei pensionati. Nel suo intervento il segretario generale ha sottolineato come “viviamo in un paese dove il disagio è crescente e dove i sindacati sono rimasti l’unico baluardo della democrazia. Abbiamo tutto il diritto di mettere in atto una proposta che salvaguardi e tuteli i pensionati attraverso i quali per troppo tempo i governi che si sono succeduti negli ultimi anni hanno tentato di far cassa.

3

Inoltre – ha dichiarato Biagio Ciccone - la riorganizzazione con 18 strutture territoriali, è dettata dalla necessità di coprire i 550 comuni della nostra regione portando il sindacato più vicino ai pensionati e ai cittadini. La sfida più grande è quella relativa all’investimento sulla prevenzione e sull’innovazione: un’innovazione che dobbiamo saper cogliere per portare nei prossimi anni i diritti sociali con nuovi strumenti”.

5

Antonio Derinaldis, segretario nazionale UILP nel suo intervento ha ricordato che “gli anziani rappresentano oggi il 22,6% della popolazione, una percentuale destinata a salire al 30% nei prossimi anni. È necessario lavorare ad una legge quadro sulla non autosufficienza e contestualmente non dimenticare il rapporto che c’è tra le città e gli anziani e l’importanza di recuperare spazi e luoghi dove questi possano sentirsi impegnati sul piano sociale e politico. Siamo di fronte ad una grande sfida – ha continuato Derinaldis – che è quella di aggregare i territori. Stiamo uniti, perché il futuro appartiene ancora a noi"

4

JoomBall - Cookies