Fine del Mercato Tutelato del Gas naturale.

Fine mercato tutelato gas naturale: gennaio 2024 segna, , la fine del Mercato Tutelato del gas naturale per i clienti non vulnerabili.

Questo significa che i clienti in maggior tutela non vulnerabili non possono più pagare il gas a un prezzo tutelato, ossia a condizioni economiche più vantaggiose regolate dall’ARERA, che fissa il prezzo di luce e gas e lo cambia trimestralmente per la luce e mensilmente per il gas a seconda dell’andamento dei prezzi del mercato. Questo vale per tutti i clienti NON VULNERABILI in maggior tutela.

La fine del Mercato Tutelato del gas naturale non si applica ai clienti vulnerabili, ossia, per quanto riguarda il GAS a:

  • chi ha un’età superiore a 75 anni;
  • chi si trova in condizioni economiche particolarmente svantaggiate (ad esempio, percettori di bonus);
  • chi è soggetto a disabilità ai sensi dell’articolo 3 della legge 104/92;
  • chi è titolare di un’utenza registrata come abitazione di emergenza a seguito di eventi calamitosi.

Fine Mercato Tutelato del gas naturale: cosa devono fare i clienti vulnerabili

Se sei un cliente gas in maggior tutela, il tuo fornitore del gas dovrebbe averti inviato una lettera con la quale ti viene spiegata la tua situazione. Se nella lettera è specificato che sei un cliente vulnerabile non devi fare nulla. Passerai automaticamente nel servizio di tutela della vulnerabilità. In qualsiasi momento hai comunque la possibilità di scegliere una qualunque offerta di libero mercato con il tuo fornitore o con un altro.

Se sei in una delle condizioni previste per la vulnerabilità ma non hai ricevuto la lettera, o nella lettera non è specificato che sei un cliente vulnerabile, puoi chiedere al tuo venditore di entrare nel Servizio di tutela della vulnerabilità. Puoi farlo attraverso una autocertificazione che dovrai inoltrare al tuo fornitore. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione sul sito di ARERA www.arera.it Per ulteriori informazioni, puoi chiamare il numero verde di ARERA: 800.166.654

Cosa devono fare i clienti non vulnerabili

Se non sei cliente vulnerabile, ma eri nel servizio di tutela, il tuo fornitore di gas dovrebbe averti inviato una lettera per descrivere cosa puoi fare a partire da gennaio 2024. In questo caso, puoi:

  • scegliere l’offerta proposta dal tuo venditore nella lettera che hai ricevuto (obbligato, da ARERA, a proporre la sua miglior offerta del momento);
  • scegliere una offerta qualsiasi dal mercato libero (con altro venditore o con lo stesso);
  • non fare nulla. In questo caso, a partire da gennaio 2024, passerai automaticamente ad una fornitura con il medesimo venditore, con condizioni economiche e contrattuali definite dall’Autorità, ossia l’offerta PLACET (una offerta ibrida per accompagnare i clienti appartenenti ancora al tutelato verso il mercato libero), ad eccezione di una componente fissa annuale definita dal venditore.

Sul sito ilportaleofferte.it (portale istituzionale) puoi confrontare le varie offerte.

E per quanto riguarda la luce?

Per i clienti domestici non vulnerabili il Mercato Tutelato di energia elettrica terminerà a partire da luglio 2024.

Per accompagnare il passaggio al mercato libero dei clienti domestici non vulnerabili di energia elettrica, l’Autorità ha previsto un percorso graduale per dare la possibilità a ciascuno di scegliere l’offerta sul mercato libero più adatta alle proprie esigenze.

Da settembre 2023 a giugno 2024, in almeno due bollette, i clienti domestici non vulnerabili che si trovano ancora nel servizio di maggior tutela hanno ricevuto o riceveranno una comunicazione da parte del proprio fornitore nella quale viene evidenziata la possibilità di scegliere un’offerta di mercato libero.

Se il cliente non vulnerabile non sottoscrive un’offerta di mercato libero, a partire da luglio 2024, la fornitura passerà automaticamente, senza alcuna interruzione, al Servizio a Tutele Graduali.

Condividi

Potrebbe interessarti

Perequazione pensioni 2024

Perequazione pensioni 2024: la perequazione è la rivalutazione annuale degli importi dei trattamenti pensionistici in base all’aumento del costo della vita. È lo strumento principale per il mantenimento del

Leggi Tutto »

Entra a far parte della grande Famiglia Uil Pensionati

Scarica qui il modulo delega, compilalo in tutte le sue parti ed allega un documento di riconoscimento in corso di validità.

Invia poi la documentazione compilando il form sottostante.

Se hai bisogno di assistenza alla compilazione della delega, puoi contattarci telefonicamente al numero 081 353 21 22.